01/12/2022
PC industriale: utilizzi e caratteristiche

PC industriale: utilizzi e caratteristiche

Che cos’è un PC industriale?

Se si pensa a un PC industriale (IPC) come a un computer desktop, si scopre che condivide molte caratteristiche tecniche e funzionalità, come micro processori, tipi di RAM, unità di archiviazione, porte di interfaccia e prestazioni. Tuttavia, i PC industriali sono sistemi più robusti e più adatti all’uso sul posto di lavoro.
Mentre quindi i PC consumer canonici sono adatti principalmente per l’uso domestico e in ufficio, gli industrial PC sono dispositivi progettati specificamente per la produzione industriale, l’automazione 4.0 e altri ambienti difficili come quelli umidi, particolarmente caldi o freddi, e polverosi.

Quali applicazioni supportano i PC industriali?

I fornitori di PC industriali equipaggiano i dispositivi di tutte le applicazioni tipiche dell’industria.
In particolare essi comprendono hardware e caratteristiche tecniche studiati per essere operativi 24 ore su 24, e specifici per:
– acquisire dati per i controlli statistici e il controllo automatizzato nelle macchine utensili;
– eseguire controlli in rete o stand-alone per l’acquisizione dei dati;
– controllo del movimento e unità gestionale;
– produzione, automazione e controllo di cella.

Quali sono le differenze tra PC commerciali e industriali?

In primo luogo, i computer made in Italy industriali proprio perché sono progettati specificamente per rispondere positivamente anche all’interno di ambienti ostili, caratterizzati da temperature estreme, polvere, umidità, vibrazioni e sbalzi di tensione, devono presentare delle specifiche fondamentali.
La vendita dei pc industriali ha difatti lo scopo di rispondere a requisiti mirati, essenziali per operare perfettamente nell’ambiente industriale, ovvero:
Temperatura: se utilizzati correttamente, i computer industriali funzionano perfettamente anche a temperature superiori a 45°C, mentre i PC commerciali non possono operare al di sopra dei 35°C.
Polvere: quando le ventole di raffreddamento si trovano al di fuori del telaio, di solito vengono installati filtri speciali per tenere lontani polvere e altri agenti contaminanti. In questo modo: il flusso d’aria all’interno del telaio può essere mantenuto sempre pulito e il raffreddamento delle unità magnetiche come CDROM, floppy disk, hard-disk, componenti di sistema e alimentatori, è diretto.
Urti e vibrazioni: i dischi possono essere applicati su apparecchiature resistenti ai colpi accidentali e alle vibrazioni.
Umidità: gli ambienti delle macchine utensili (centri di lavoro, rettifiche, torni, linee di trasferimento, ecc.) sono spesso colpiti da contaminazione/refrigerazione, ma anche l’impianto stesso può raggiungere un’elevata umidità relativa, che i PC commerciali non sono in grado di sopportare.
Alimentazione: gli sbalzi di tensione, i transitori e i disturbi elettrici sono molto comuni negli ambienti di officina. I pc made in Italy devono essere alimentati con una tensione continua pulita e stabile in tutte le condizioni.
EMI: la messa a terra, l’appropriata progettazione elettrica e lo schermaggio garantiscono un isolamento adeguato e la conformità agli standard elettrici riconosciuti a livello internazionale.
Scalabilità e longevità: i PC industriali hanno livelli di espansione più alti (numero di slot) dei normali PC e spesso includono il supporto per applicazioni proprietarie che devono funzionare (e quindi essere anche mantenute) senza problemi per cinque-dieci anni o più, ben oltre la vita produttiva dei singoli componenti commerciali e della scheda. Grazie alla possibilità di aggiornamenti tecnici e alla disponibilità di parti di ricambio, il ‘costo di proprietà’ di un PC industriale è molto inferiore a quello di un PC da ufficio, il che va a compensare l’elevato investimento iniziale sostenuto per l’acquisto dello stesso PC industriale.
– Facilità di accesso al supporto tecnico (meno tempi di inattività)
– I PC industriali possono essere montati a pannello (rack da 19″), su supporti a braccio articolato oppure a banco, a seconda del modello, offrendo la flessibilità necessaria per adattarsi a qualsiasi ambiente.