01/12/2022
Cosa dura di più lo smalto in gel o il semipermanente

Cosa dura di più lo smalto in gel o il semipermanente?

La manicure è la tua beauty mania? Certamente avrai già provato gli smalti semipermanenti o uno smalto gel semipermanente e in entrambi i casi il risultato sicuramente ti sarà piaciuto, se lo scopo che volevi ottenere era una manicure perfetta e che durasse a lungo, senza la preoccupazione di doverla rifare una o più volte a settimana. Ma, costi a parte, quali sono le differenze tra lo smalto in gel e quello semipermanente e come si fa a capire quale sia più indicato per te? Sia il primo che il secondo tipo sono degli alleati insostituibili per una nail art come si deve ma non sempre vanno bene per tutte le mani. Proprio per questo, ti spiegheremo come scegliere quello che più fa al caso tuo anche in base alla loro tenuta.

Le principali differenze tra gel e il semipermanente

Prima di decidere tra gli smalti gel semipermanenti e quelli in gel, dobbiamo capire innanzitutto quali sono le differenze fra le due tipologie di smalto per unghie.
La ricostruzione con il gel semipermanente è un metodo che permette di dare all’unghia una nuova forma o una lunghezza diversa e tutte le diverse tipologie in vendita gel semipermanente si fissano e induriscono attraverso l’impiego di una lampada UV. La ricostruzione delle unghie con il gel è consigliata a chi ha le unghie fragili, molto rovinate e che tendono a spezzarsi facilmente oppure se sono troppo corte e si ha voglia di rendere più lunghe e affusolate. Questa tecnica, inoltre, è adatta anche a chi spesso si mangia le unghie e non riesce a farle ricrescere in modo ottimale. Sceglila anche se hai problemi a mantenere la manicure e lavori tanto con le mani.

Gli smalti gel semipermanenti devono essere necessariamente applicati e rimossi da un’estetista professionista esperta in onicotecnica, hanno un prezzo di circa 60 euro e richiedono generalmente due ore di lavoro.
Per quanto riguarda gli smalti semipermanenti, anch’essi sono fissati mediante fornetto con lampada UV, indicata anche se desideri fare la manicure a casa. Questo fornetto, infatti, è molto pratico e semplice da usare anche se non sei particolarmente esperta, e ti consente di far asciugare il gel semipermanente in appena trenta secondi!

La manicure con lo smalto semipermanente è molto veloce e abbastanza economica ma ha una durata inferiore di quella fatta con il gel. Si applica in tre fasi e comporta sempre il passaggio delle unghie sotto la lampada UV. È rivolta in particolare a chi non ha problemi particolari alle unghie e desidera solamente che lo smalto resista almeno per un paio di settimane senza sbeccarsi. Per rimuovere gli smalti semipermanenti non c’è bisogno di una limatura forte e di solito può avvenire anche solo con un solvente specifico. I tempi di realizzazione e i prezzi sono molto più bassi rispetto al gel, però va anche detto che la manicure con lo smalto semipermanente va fatto più spesso.

Come si fa allora a scegliere tra smalti semipermanenti e smalti gel semipermanenti?

La differenza sostanziale tra i due tipi è che lo smalto semipermanente unghie non ti permette di modificare la forma delle unghie ma ha un’ottima durata, la sua rimozione poi è più semplice e veloce rispetto al gel ed è anche meno costoso.

In conclusione, lo smalto per unghie semipermanente è più sottile del gel, pertanto, in via generale la manicure eseguita con questa tecnica tende a “rompersi” dopo circa due settimane.
Un aspetto importante, inoltre, è che il gel utilizzato per la manicure è un gel “puro”. Ciò vuol dire che non è mescolato con altre soluzioni: quindi puoi goderti la tua manicure con lo smalto in gel per almeno tre settimane. Ricorda però che il nemico peggiore delle tue unghie in gel è l’acqua calda (l’ammollo, infatti, aiuta a rimuoverle!) e quindi, per mantenere le tue unghie sempre al massimo, cerca di evitare docce bollenti, bagni troppo lunghi nella vasca, e quando lavi i piatti indossa sempre guanti di lattice.