05/10/2022
Violazione copyright, sanzioni e risarcimenti tutto ciò che c'è da sapere

Violazione copyright, sanzioni e risarcimenti: tutto ciò che c’è da sapere

La violazione del diritto d’autore ha luogo nel momento in cui un soggetto terzo si appropria di un’opera altrui e finge sia di sua produzione. Il nostro ordinamento giuridico tutela e disciplina sia i beni mobili che immobili. Un esempio esplicativo di bene immobile è l’idea, che può dare vita a un’opera di ingegno, e come tale necessita di tutele giuridiche.
Nei prossimi paragrafi spiegheremo cosa comporta la violazione del diritto d’autore e come chiedere un risarcimento in caso di violazione di copyright.

Che cos’è un’opera di ingegno

Con il termine opera di ingegno si fa riferimento a tutte quelle opere creative che vengono realizzate sotto qualsiasi tipo di forma che si rifanno all’arte, musica, letteratura, architettura, teatro e cinema; ognuna di essa è protetta dal diritto d’autore, in particolare:

  • Opere letterarie, sia scritte che verbali;
  • Canzoni e composizioni musicali;
  • Opere pittoriche e scultoree;
  • Disegni tecnici;
  • Software;
  • Progetti architettonici.

Tutela del diritto d’autore: ecco cosa dice la legge

Il legislatore, per tutelare il diritto d’autore, ha varato un insieme di norme che di fatto riconoscono la paternità dell’opera e il diritto a utilizzare l’opera stessa per generare un guadagno. Le legge, infatti, afferma che il diritto d’autore nasce nel momento in cui viene realizzata l’opera e quindi gode delle tutele previste, anche se la stessa non viene resa nota al pubblico.

Il copyright rientra nell’ambito della tutela del diritto d’autore, in particolare per quanto riguarda l’aspetto patrimoniale (c.d diritto esclusivo di copia).
Tuttavia un autore può decidere liberamente di cedere il suddetto diritto, ma può rivendicarne la paternità, impedendo che l’opera stessa venga stravolta o modificata.

Diritto d’autore, come avviene la violazione

La legge ha previsto che, in caso di violazione del diritto d’autore vi sia un risarcimento danno. Nella fattispecie, i diritti d’autore si considerano violati in caso di plagio o contraffazione. Con il termine plagio si fa riferimento all’illegittima appropriazione della paternità delle opere di ingegno, mentre la contraffazione sussiste nel momento in cui vengono sfruttati a proprio vantaggio i diritti dell’autore per generare un guadagno; di fatto con la contraffazione la paternità dell’opera resta a capo di chi la crea, ma vengono sottratti i guadagni che spetterebbero all’inventore.

Cosa succede in caso di violazione del copyright e dei diritti d’autore

La violazione del diritto d’autore comporta sia una sanzione pecuniaria, che può arrivare sino a 15 mila euro, che la reclusione (da tre a sei mesi). Si tratta di un reato che può essere perseguibile d’ufficio; questo significa che basta una ‘semplice’ denuncia per mettere in moto la macchina giudiziaria.

Come difendersi e tutelare le proprie opere d’ingegno

Per combattere gli abusi e contrastare la violazione dei diritti d’autore legittimamente acquisiti è importante depositare la propria opera d’ingegno presso la SIAE, avvalendosi dell’aiuto dei soggetti preposti; dopodiché è consigliabile eseguire spesso dei controlli mediante software specifici. Con l’avvento di internet, la violazione del copyright è all’ordine del giorno ed è proprio per questo motivo che i giganti del web, come Google, hanno deciso di approvare le direttive europee sul Copyright, condividendone gli obiettivi.
Anche in Italia la direttiva UE è stata recepita con il Dlgs 177/2021, attribuendo di fatto un ruolo principale all’Agcom, Autorità delle garanzie nelle comunicazioni, grazie al quale potrà vigilare, sanzionare e risolvere le controversie in materia di diritti d’autore.