Prendersi cura di un giardino equivale a prendersi cura di se stessi

I giardini e gli spazi verdi in genere sono da sempre sinonimo di pace, serenità e armonia; sono angoli di paradiso. Stare a contatto con la natura infatti fa bene al sistema immunitario, favorisce i momenti di relax e migliora lo stile di vita.

A ciò si aggiunga che le piante danno un tono raffinato, fresco e armonioso agli ambienti.
Proprio per questo è importante che il giardino si adatti alle nostre abitudini e che venga realizzato in modo da non essere in contrasto con le strutture a cui farà da ornamento.

Come progettare uno spazio verde

Chiunque voglia progettare un giardino deve tenere conto di alcuni fattori.
In questa fase è meglio farsi aiutare da tecnici esperti; essi sono in grado di dare i giusti consigli sulla scelta delle piante in base alle valutazioni che verranno elencate di seguito:

  • Il fattore climatico è il primo elemento da tenere in considerazione. Ogni pianta ha le proprie caratteristiche e le proprie esigenze; ne esistono di resistenti alle basse temperature ma che soffrono il caldo e viceversa, quindi bisogna valutare le normali condizioni climatiche con la giusta attenzione.
  • Il fattore estetico è senza dubbio essenziale nella progettazione di uno spazio verde; una volta realizzato sarà difficile e dispendioso modificarlo, ecco perché è opportuno che si adegui allo stile della struttura che lo ospita, sia essa una villa, una struttura pubblica o uno spazio condominiale.
  • Il fattore tempo è la valutazione più delicata da fare: i giardini sono certamente elementi decorativi, ma a differenza degli arredi hanno bisogno di cure. Se non si dispone di molto tempo libero è meglio optare per piante grasse o che comunque non necessitano di irrigazione quotidiana.

Tenere un giardino in cattive condizioni è svilente sia per la vegetazione, sia per chi ha scelto di realizzarlo. Ma tenendo in considerazione i punti sopraelencati si possono evitare inutili delusioni e perdite di tempo.

Come curare e mantenere un giardino

Le fasi essenziali della manutenzione riguardano la potatura delle piante, fondamentale per la corretta crescita delle stesse, e il taglio dei prati, che è sempre bene effettuare con regolarità al fine di non conferire un aspetto sciatto al giardino.

  • Il taglio dell’erba, in particolare, è un procedimento complesso che richiede specifica attenzione. Infatti non bisogna tagliare troppo, ma neanche troppo poco. L’accorciamento ideale dovrebbe portare il prato a un’altezza di 10 centimetri, perché un taglio più corto esporrebbe il terreno all’attacco da parte di malattie fungine e di infestanti. Tagliare troppo poco, d’altro canto, indebolisce l’erba e fa si che possa diventare facilmente tana di insetti.
  • La potatura delle piante ha una doppia funzione: in primo luogo migliora l’estetica degli alberi, in secondo è importantissima per permettere alla vegetazione di crescere forte e robusta. In genere il periodo migliore per la potatura è quello di riposo, che va da Settembre a Marzo, quando la fioritura e l’eventuale comparsa di frutti è stata completata. Ma ci sono molte eccezioni, per cui è meglio confrontarsi con il giardiniere di fiducia.
  • Inoltre è fondamentale eseguire regolarmente l’irrigazione del giardino per mantenerlo vivo e in salute.

Piante in ambienti interni

Ma oltre le piante da giardino, esistono le piante da interni, veri e propri pezzi d’arredamento che donano vitalità agli ambienti.
Per farsi un’idea di quali tipi di piante si possano scegliere è sufficiente andare sul sito www.verde2000srl.com

Ma anche in questo caso, al di là delle preferenze, è meglio farsi consigliare da professionisti del settore. Una pianta a foglie larghe ad esempio non è adatta ad ambienti piccoli e ha bisogno della luce del sole, mentre va bene per ampi spazi. Per gli spazi ridotti sono ben più adatte le piante che si sviluppano in altezza.

Per un terrazzo sono bellissime le piante rampicanti. Ci sono un’infinità di meravigliose soluzioni. D’altronde le piante in casa regalano anche l’ossigenazione e la depurazione dell’aria.

La vegetazione, in ogni sua forma e ovunque si decida di inserirla, dona sempre bellezza agli ambienti, e pace e serenità alle persone che hanno la fortuna di goderne.