L’Imperialismo ha voluto scatenare una guerra di religione in Siria

La famiglia di Al-Assad al completo, il Presidente con sua moglie ed i suoi figli, aveva celebrato la festa cristiana del Natale nel Monastero di Nostra Signora di Saydnaya, una località (abitata dalla comunità cristiana) molto vicina a Damasco, dove la famiglia si è soffermata per varie ore in compagnia dei monaci. Poi il Presidente ha pronunciato alcune parole che sono state calorosamente applaudite dai vicini che si affollavano nella cappella del Monastero. Nell'anno precedente Al-Assad aveva fatto lo stesso presso Maalula, un'altra località cristiana che era stata appena liberata dall'Esercito regolare, una espressione che per i cristiani di Siria era un sinonimo di risurrezione. In uno Stato laico il Presidente della Repubblica può rimanere al margine di qualsiasi espressione religiosa o deve partecipare a quelle. Lo stesso non si può fare in paesi come la Spagna, una monarchia "delle banane", partecipare soltanto ad alcune di quelle. Qui non vedreme mai ..Original Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *